Non c’è molto da dire di fronte ad una tragedia come quella di Lampedusa. Ci sarebbe piuttosto da tacere, evitando , davanti a centinaia di morti, la solita litania delle polemiche politiche. Le uniche parole degne di essere menzionate sono quelle di Papa Francesco: “vergogna”.

Per la revisione della Bossi-Fini, per la ridefinizione dei flussi, per la ristrutturazione di Frontex, tutte cose sacrosante e indispensabili, ci sarà tempo già a partire dai prossimi giorni. Ora, mentre ancora i soccorritori stanno cercando di strappare alle acque del Mediterraneo i corpi di centinaia di innocenti, è vergognoso e deprimente assistere allo spettacolo di una classe politica che sembra capace solo di replicare il solito copione delle liti inconcludenti.

Nella cacofonia di una giornata da dimenticare, meritano una menzione particolare due perle assolute: l’accusa del vicepresidente del gruppo della Lega Nord alla ministra Kyenge e alla presidente della Camera Boldrini di essere responsabili morali della strage. Un concentrato di volgarità e di stupidità, quale che sia il giudizio che ciascuno è libero di avere sulle idee delle due signore.

Menzione speciale anche al portavoce dei 5Stelle, Villarosa: il cittadino-parlamentare non conosce la Bossi-Fini, la contestata legge sull’immigrazione, e si giustifica così: “io non conosco tutti i temi del mondo”.

[google-translator]

Previous articleIl voto in Germania, dove il proporzionale assicura stabilità
Next articleLampedusa, inutile aspettare l’Europa

2 COMMENTS

  1. Naturalmente non poteva mancare la stoccatina al Movimento; siccome sarebbe troppo facile ribattere che i 4/5 dei parlamentari (ci sono andato leggero) non la conosce; abbiate le palle di chiederlo a Berlusconi o Letta se la conoscono la legge Bossi-Fini. Io sono sicuro di no! Poi per entrare nel merito, rispetto per chi è morto, è fuor di luogo. Ma cominciamo a rimandarli a casa una volta accolti, curati e rifocillati, vedrete che quando arriva il messaggio che qui non si viene a sbafo i viaggi della “speranza” finiranno. Laggiù ormai tutti sanno che qui in Italia se sei clandestino ti danno vitto, alloggio, cure mediche gratis e 36 euro al giorno, e quando mai li hanno visti giù? E’ normale che rischiano la vita per venire qua, tantopiù che sanno che noi li “accogliamo”. MA smettetela di farvi prendere per i fondelli da questi politici accattoni che venderebbero la madre per un voto in più.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here